Banchina Molini

IMG_5298

Exhibition view.
Banchina Molini

IMG_5308

Exhibition view.
Banchina Molini

IMG_5301

Exhibition view.
Banchina Molini

IMG_5300

Exhibition view.
Banchina Molini

IMG_5299

Exhibition view.
Banchina Molini

IMG_5297

Exhibition view.
Banchina Molini

IMG_5314

Exhibition view.
Banchina Molini

Cantiere Corpo Luogo e SPS fine art consolidano la loro collaborazione presentando la stagione estiva 2011 della Galleria 3D di Mestre, Piazzale Candiani 31.
Sotto la curatela di Andrea Penzo e Cristina Fiore e con l’appoggio di Plug.in events + communication, nascono due mostre, una al maschile e una al femminile, per ammiccare al pubblico artistico di terraferma. Il 10 giugno alle 19.30 sarà la volta di Banchina Molini 14, con Michele Tombilini che introduce il giovane pittore Matteo Vettorello.
La mostra nasce dal desiderio di porre all’attenzione dei più il fermento artistico che caratterizza un’area, quella di Porto Marghera, che sta lottando creativamente per infondere linfa vitale lì dove sembra ci debbano essere solo acciaio e cemento. La lotta con la materia dei due pittori, il nuovo approdo al nero e al monocromo di Michele Tombolini, la ricerca di un linguaggio espressivo concreto e coerente da parte dell’artista in erba Matteo Vettorello, sono il completamento perfetto di un paesaggio industriale fatto di musica, cori gospel, club di motociclisti e industrie storiche come la Cereal Docks o la Grandi Molini.
La mostra si colloca, in questo modo, sullo sfondo di un progetto più ampio e ambizioso che i curatori stanno caparbiamente inseguendo: la stesura di un libro d’arte che comprenda le testimonianze di chi lavora a Banchina Molini, industrie e artisti, come inevitabili sponde entro cui si consuma un sodalizio produttivo che deve essere affrontato da ogni punto di vista, puntellato, sostenuto da tutti per il valore simbolico che lo accompagna.
Entrare negli stabilimenti industriali, parlare con gli operai gentilissimi, simpatici, orgogliosi del proprio paesaggio industriale, visitare le navi attraccate alla banchina, in partenza per destinazioni lontane, e a pochi secondi di distanza entrare nella stanza creativa del pittore che si interroga sull’opportunità di posizionare una tela piuttosto che un frammento di passamaneria all’interno del suo quadro… è un passaggio forte che non può che segnalare la presenza di scorie vitali in continuo fermento.
La prossima mostra in programma alla Galleria 3d sarà dedicata a chi resterà in città durante i mesi caldi dell’estate: il 22 luglio alle 19.30 toccherà a :* = baci, delle Pittoresse di Padova Greta Bisandola, Elena Candeo e Barbara Fragogna.
Tutta la città è invitata per un brindisi e un significativo scambio di opinioni. L’invito è esteso a tutti coloro che vogliano sostenere il progetto di libro che sta nascendo, con storie, contributi, testimonianze.